MODALITA’ DI ACCOGLIENZA

Saranno ammessi i padri che sono in possesso dei requisiti sopra elencati. La domanda potrà pervenire o attraverso le caritas parrocchiali o dai servizi invianti che manderanno una prima relazione conoscitiva del possibile ospite.

Sarà poi un’apposita commissione formata da uno psicologo, un’assistente sociale, un sacerdote e dal responsabile dei volontari che valuterà le singole richieste.

Dal momento della richiesta all’accoglienza passano solo i giorni necessari all’istruttoria.

La commissione si ritroverà con scadenza quindicinale per la valutazione dei casi, e per monitorare i progetti d’accoglienza. In caso d’urgenza il presidente della commissione potrà convocare la stessa per prendere decisioni in merito.

Print Friendly

Lascia un commento